L’AN batte ancora Barcellona e supera il turno di Champions
Telegram
Telegram

Il primo traguardo della stagione è stato raggiunto: l’AN Brescia supera anche al ritorno Barcellona e così strappa il pass per il girone dove incontrerà le squadre più forti e stimolanti del continente.

Alla Mompiano finisce 16 a 13 per i Leoni di Bovo che, anche con l’assenza di Tesanovic, riescono a mettere in vasca un’ottima prova offensiva schiacciando per la maggior parte del tempo gli avversari. Ancora da rivedere invece la fase difensiva che resta il punto debole della squadra già emerso negli incontri precedenti.

Dopo un primo periodo scarno di occasioni, le due squadre si accendono dalla seconda parte in poi. Nell’AN Brescia è Luongo il miglior realizzatore insieme a Renzuto e Presciutti. Nella terza parte di gara l’AN Brescia prova una piccola fuga aumentando la velocità degli attacchi e la solidità difensiva.

Telegram
Telegram

Con due gol di vantaggio sul finire del match i leoni gestiscono il parziale andando in gol anche con i due giovani Tommaso Gianazza e Alessandro Balzarini.

“Davanti abbiamo giocato davvero un’ottima partita – le considerazioni di Sandro Bovo al termine – Ogni azione in avanti abbiamo prodotto qualcosa e forse dovevamo staccarli subito. Dietro qualcosa dobbiamo migliorare e l’elevato numero di gol può anche essere giustificato dall’arbitraggio. Ora ci aspetta un girone entusiasmante”.

Soddisfatto della prestazione anche Luongo: “Oggi in attacco abbiamo giocato benissimo ed è la nota positiva di questo match. Dietro un po’ meno, ma sappiamo dove dobbiamo lavorare. Bovo ci ha già indicato dove lavorare e ora entriamo in un girone affascinante. A noi servono queste partite per crescere e sono felice di giocare match di alto livello”.

Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteElena, morta sul colpo, massacrata a martellate
Articolo successivoDomani l’ultimo saluto a Viola, lutto cittadino a San Felice