Maxi operazione antidroga a Trento, coinvolta anche Brescia
Telegram

Alle prime ore di mercoledì, fra le province di Trento, Brescia, Vicenza, Mantova, Prato e Bari, oltre che in Belgio e in Olanda, i Carabinieri del Comando Provinciale di Trento, con la collaborazione dei reparti locali e dei corpi di polizia esteri, hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 38 persone (15 marocchine, 8 albanesi, 3 tunisine, 1 algerina, 1 kossovara e 10 italiane) ritenute responsabili a vario titolo di associazione finalizzata al traffico – anche internazionale – e spaccio di sostanze stupefacenti.

L’indagine è partita nel 2020 e ha permesso di smantellare due diverse organizzazioni criminali. La prima era composta prevalentemente da cittadini albanesi che riforniva di eroina, ma anche cocaina, hashish e marijuana i pusher della zona di Trento. L’eroina proveniva dal milanese e veniva redistribuita in grosse quantità a spacciatori tunisini, mentra la cocaian giungeva in treno o in auto dalla Campania.

Il secondo gruppo, formato in larga parte da nord africani, aveva invece sviluppato un vero e proprio traffico internazionale di cocaina che veniva importata dal Belgio e dall’Olanda per approvvigionare i mercati dell’Alto Garda e del Basso Sarca.

Telegram

L’attività d’indagine, che si è estesa anche nelle province di Brescia e Vicenza, nel corso del suo sviluppo ha consentito di arrestare 11 persone in flagranza di reato e sequestrare 23 chilogrammi di cocaina, un chilogrammo di eroina e un chilo e mezzo di marijuana.

Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteSì della commissione regionale ai cimiteri per animali
Articolo successivoInfortunio grave alle Acciaierie Venete a Odolo. Operaio in codice rosso