Telegram
Telegram

Reggio Calabria, Catanzaro, Cosenza, Vibo Valentia, Messina, Palermo, Trapani, Agrigento, Benevento, Avellino, Milano, Alessandria, Brescia, Gorizia, Pisa, Bologna e Roma le provincie coinvolte. In queste città, circa 500 finanzieri dei comandi provinciali della GdF e dello Scico sono intervenuti per eseguire i provvedimenti di misura cautelare nei confronti di 63 persone, tra imprenditori e funzionari pubblici, richiesti dalla Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, diretta dal Procuratore Capo Giovanni Bombardieri.

Ma qual è il motivo dei provvedimenti? L’aver pilotato degli appalti e l’aver agevolato a tale scopo le cosche della ‘ndrangheta, in particolare quella dei Piromalli, che opera nella Piana di Gioia Tauro. I finanzieri hanno eseguito anche sequestri di beni e imprese per oltre 103 milioni di euro. Delle 63 persone, 14 agli arresti domiciliari, 20 obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria, 29 divieti temporanei di esercitare attività imprenditoriale.

Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!