Telegram
Telegram

I carabinieri di Manerbio, in collaborazione con la Centrale Operativa di Verolanuova hanno individuato e fermato i responsabili delle esplosioni che nell’ultimo mese avevano allarmato i cittadini manerbiesi.

Bombe carta, petardi e fuochi d’artificio utilizzati per spaventare la gente e forse divertirsi un po’. Un divertimento che ora costerà caro a un manerbiese di 40 anni ed un milzanese 30enne imprenditore agricolo. Dopo i vari appelli sui social network della cittadinanza, le forze dell’ordine sono riuscite ad individuare i responsabili tramite dei video registrati dalle telecamere di sorveglianza.

I carabinieri hanno poi proceduto alle perquisizioni domiciliari dove hanno rinvenuto bombe carta e fuochi d’artificio dal peso complessivo di 3kg.

Telegram
Telegram

I due ora dovranno rispondere di esplosioni pericolose in centro abitato, introduzione nello stato di materie esplodenti ed omessa denuncia di materie esplodenti.

Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteVenti furti in un mese, arrestato un 30enne bresciano
Articolo successivoNon rispetta le prescrizioni del GIP, in manette una 47enne russa