Telegram

Ha ricevuto la prima dose di vaccino anti-covid AstraZeneca lo scorso 29 maggio. Dopo quel giorno c’è stato qualche classico sintomo riscontrato in più persone vaccinate: febbre, indolenzimento e stanchezza. Poi però la situazione è peggiorata con forti mal di testa, gambe pesanti e lo svenimento. Gianluca Masserdotti è stato trasportato d’urgenza alla Poliambulanza dove è stato subito sottoposto a un’angiografia per rimuovere un trombo e successivamente è stato operato ancora per alleggerire la pressione al cervello.

Nonostante tutto Gianluca, carroziere 54enne di Flero, si è spento pochi giorni dopo per alcuni episodi di trombosi.

“Quando è arrivato al pronto soccorso aveva le piastrine praticamente azzerate – ha detto la sorella stando a quanto riportato dal Corriere della Sera – e, forse, con il vaccino in corpo, il suo fisico non è riuscito a reagire, nonostante i medici abbiano fatto di tutto per salvarlo”.

Telegram

Dopo il decesso cerebrale, dichiarato dai medici mercoledì, Gianluca è stato trasportato al Civile per la rimozione degli organi visto che era un donatore. Sempre secondo quanto riportato dal Corriere sembra che sia però stato possibile asportare solo fegato e reni poiché si erano formati anche altri trombi.

“Mio padre era sano. Perché sia finita così non riusciamo a spiegarcelo” le parole della figlia Giulia che ha anche comunicato sul suo profilo Facebook che la camera ardente sarà allestita al Civile e l’ultimo saluto sarà lunedì alle 10.30 nella parrocchiale di Flero.

Sulla vicenda, anche in attesa degli esami autoptici, la Procura della Repubblica di Brescia ha aperto un fascicolo.

Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!