Telegram

Via libera dal Ministero della Salute “alla terza dose di vaccino Comirnaty di Pfizer/Biontech a tutti i ragazzi della fascia di età 16-17 anni e ai giovani della fascia di età 12-15 anni con elevata fragilità motivata da patologie concomitanti/preesistenti con le stesse tempistiche previste per i soggetti a partire dai 18 anni di età”.

Inoltre “si specifica che restano valide le priorità di accesso alla vaccinazione e le raccomandazioni relative ai soggetti a partire dai 18 anni di età”.

E’ quanto si legge in una circolare del ministero della Salute firmata dal direttore generale Prevenzione del dicastero, Gianni Rezza. Secondo quanto si apprende, l’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) si pronuncerà nei prossimi giorni anche sul booster per la fascia d’età tra 12 e 15 anni.

Telegram

La struttura commissariale

“In esito a quanto stabilito dalla commissione tecnico-scientifica dell’Aifa il commissario straordinario Francesco Paolo Figliuolo ha aperto la possibilità, dal prossimo 27 dicembre, di effettuare le terze dosi per tutti i giovani delle classi 16 e 17 anni e per i soggetti fragili della fascia 12/15 anni a rischio potenziale di forme gravi di Covid-19”.

Lo si legge in una nota della struttura commissariale per l’emergenza Covid-19. Al momento per queste categorie sarà possibile utilizzare solo il vaccino Pfizer, secondo le tempistiche e modalità già raccomandate.

“Alla luce delle disponibilità di vaccini – continua la nota – il commissario sta inoltre organizzando il dispositivo per anticipare a quattro mesi la somministrazione delle terze dosi a favore di tutti coloro per i quali è raccomandata la dose booster, dando priorità alle persone anziane e a quelle fragili. In tal senso, la data di avvio dei richiami verrà comunicata dopo un confronto tecnico con le Regioni/Province autonome”.

I numeri della campagna vaccinale

Intanto prosegue la campagna vaccinale. Sono 107.934.696 le dosi di vaccino contro il Covid-19 somministrate finora in Italia, il 95,6% di quelle consegnate (pari a 112.931.631) di cui: 77.272.787 di Pfizer/BioNtech, 20.721.009 di Moderna, 11.544.657 di Vaxzevria-AstraZeneca, 1.845.178 di Janssen e 1.548.000 di Pfizer pediatrico.

Le persone che hanno completato il ciclo vaccinale sono 46.199.050, pari all’85,54% della popolazione over 12. È quanto emerge dal bollettino sull’andamento della campagna di vaccinazione a cura della presidenza del Consiglio, del ministero della Salute e della struttura commissariale per l’emergenza sanitaria, aggiornato alle 06:14 di oggi.

Il totale dei guariti da al massimo sei mesi è pari a 394.449, lo 0,73% della popolazione over 12. Sono state, poi, somministrate 16.791.194 dosi addizionali/richiamo (booster), al 54,16% della popolazione potenzialmente oggetto di tali somministrazioni, che hanno ultimato il ciclo vaccinale da almeno cinque mesi.

Ad aver ricevuto almeno una dose di vaccino sono 47.932.221 persone, pari all’88,75% della popolazione over 12. Il totale con almeno una dose sommata ai guariti da al massimo sei mesi è di 48.326.670, l’89,48% della popolazione over 12. Per quanto riguarda la somministrazione alla platea 5-11 anni, il totale con almeno una dose ammonta a 151.289 (il 4,14% della popolazione 5-11) e 116.256 sono i guariti (il 3,18% della popolazione 5-11 guarita da al massimo sei mesi).

© Agenzia Nova – Riproduzione riservata

Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteCurva Nord: “vogliamo rispetto per i sacrifici fatti”
Articolo successivoLombardia, al via una task force per i tamponi