Workers, storie di ordinario sfruttamento. A Brescia fino al 2 ottobre

Dieci stazioni ognuna delle quali rappresenta un aspetto del fenomeno della “tratta i fini dello sfruttamento lavorativo”.
Ognuna di queste stazioni è contemporaneamente autonoma e messa in relazione con le altre.

Questo è “Workers”, un’installazione multimediale interattiva .

Il risultato finale è un’opera d’arte relazionale in cui il pubblico interagisce con l’opera per modificarne o crearne il contenuto.

Telegram

A seconda delle stazioni è possibile sviluppare diversi approcci che donano allo spettatore un’esperienza completa dei temi trattati con la possibilità di inserire i propri contenuti che vengono registrati e rimessi in circolo come a comporre un’opera relazionale in cui l’artista e il fruitore compongono insieme il contenuto dell’opera.

IL TEMA

Quando si parla di sfruttamento lavorativo ci si riferisce a moltissimi elementi del fenomeno che sono tutti affrontati, ma gli aspetti più rappresentati all’interno dell’installazione multimediale interattiva sono gli elementi sociali e quelli ambientali.

GIORNI E ORARI DI APERTURA

La Mostra è allestita a Palazzo Facchi, corso G. Matteoti, 74 a Brescia fino a domenica 2 ottobre.

Orari di apertura: venerdì 30 settembre dalle 15.00 alle 20.30; sabato 1 ottobre dalle 15.00 alle 22.00; domenica 2 ottobre dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00

Ingresso gratuito. Tutte le info al numero: 392 99 392 99 o info@favolafolle.com e www.favolafolle.com

Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteArriva la Coppa Mazzotti: le modifiche alla viabilità
Articolo successivoRegimazione in Maddalena contro il dissesto idrogeologico