Zhang Hong, membro del Comitato olimpico internazionale (CIO), ha donato ieri al Museo olimpico di Losanna i pattini con cui ha vinto la sua medaglia d’oro olimpica.

Il vice presidente del CIO Ng Ser Miang ha ricevuto il paio di pattini, che l’atleta cinese ha indossato per vincere i mille metri femminili del pattinaggio di velocità sul ghiaccio, la prima medaglia d’oro olimpica di sempre per la Cina in quello sport, a Sochi nel 2014.

“Le calzature sono state prodotte in Cina e le lame sono state realizzate e lucidate dal mio allenatore. Voglio mostrare al mondo quanto sia buona la tecnologia cinese”, ha dichiarato Zhang Hong. “I pattini non mostrano le loro qualità nel mio guardaroba, a meno che io li doni al Museo olimpico e consenta al mondo di vederli”.

“Voglio dare ispirazione ai giovani, e far loro sapere che possono fare quello che posso fare io, e possono farlo meglio. Voglio anche suscitare più attenzione in merito al cambiamento climatico. E voglio anche che i bambini apprezzino gli sport di pattinaggio tra 100 anni”, ha aggiunto.

Il vice presidente Ng ha dichiarato: “Quel che Zhang Hong ha fatto è importante per i giovani cinesi e li incoraggia a partecipare agli sport. Mostra i grandi risultati degli atleti cinesi. Spero che più bambini cinesi siano ispirati a vincere più medaglie d’oro in futuro”.

Zhang, 34 anni, ha vinto i mille metri femminili del pattinaggio di velocità sul ghiaccio in un minuto e 14,02 secondi nella sua gara d’esordio ai Giochi olimpici invernali il 13 febbraio 2014 a Soc

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteAccademico italiano aspira a costruire ponti tra Paesi e culture
Articolo successivoCina: industria software, robusta crescita ricavi nei primi 10 mesi