Telegram

I benefici del vaccino AstraZeneca superano i rischi ma bisognerà comunque attendere giovedì 18 marzo per una decisione definitiva dell’Agenzia europea dei medicinali (Ema). È quanto dichiarato dalla direttrice esecutiva dell’Ema, Emer Cooke, nel corso di una conferenza stampa non annunciata. “I benefici di questo vaccino superano i rischi. Questa è la conclusione della nostra valutazione scientifica”, ha detto.

“Abbiamo altre informazioni e se questo cambierà arriveremo a una chiara conclusione”, ha aggiunto Cooke. La direttrice ha chiarito che il numero di eventi tromboembolici tra le persone che hanno ricevuto il vaccino di AstraZeneca non sembra più alto di quello che si registra normalmente nella popolazione in generale. “Voglio sottolineare quanto importanza diamo alla situazione”, ha iniziato. “Prendiamo la vicenda molto, molto seriamente”, ha sottolineato. Cooke ha spiegato che gli esperti si incontreranno oggi e poi giovedì, quando l’Ema potrà dare delle conclusioni e “daremo immediatamente informazioni al pubblico”. “Il numero degli eventi tromboembolici sembra non più alto di quello che avviene nella popolazione in generale”, ha specificato. “Migliaia di persone muoiono ogni giorno in Europa” per il Covid. “Abbiamo autorizzato 4 vaccini efficaci e sicuri contro il Covid”, ha ricordato. Inoltre, Cooke ha spiegato che “quando si vaccinano milioni di persone è inevitabile che ci siano incidenti” e che il ruolo dell’Ema è valutare questi eventi per capire se sono “coincidenze” o se ci sono correlazioni.

“Al 10 marzo si trattava di 30 casi di tromboembolici su 5 milioni di vaccinati. Ma il numero è errato perché nel weekend abbiamo ulteriori casi riportati. Quindi non posso dare un numero assoluto”, ha detto la direttrice dell’Ema. Cooke ha spiegato che questi eventi arrivano da Germania, Norvegia e “abbiamo ricevuto informazioni da altri Stati Ue”. “La decisione” di sospensione “è stata presa nel contesto delle informazioni disponibili a livello nazionale ed è una prerogativa dei Paesi”, ha detto la rappresentante dell’Ema. “La nostra responsabilità è focalizzarci sulla scienza e sui rischi e sulle evidenze scientifiche che dimostrino” un legame tra il vaccino e i rischi “e questo è ciò che facciamo”, ha detto. Quindi, “noi dobbiamo fare una analisi di tutti i report e i dati e valutare se si tratti di una coincidenza o di un effetto collaterale”, ha aggiunto Cooke.

Telegram

“La fiducia nella sicurezza e nell’efficacia dei vaccini che abbiamo approvato è di fondamentale importanza. Il nostro lavoro è assicurare che possiamo mantenere questa fiducia in questi vaccini sulla base scientifica. Per questo diamo la massima priorità ad arrivare a conclusioni chiare sulla base della valutazione dei casi e se c’è correlazione”, ha detto Cooke. “Siamo preoccupati che ci possa essere un impatto sulla fiducia nei vaccini, ma il nostro lavoro è far sì che i prodotti che autorizziamo sono sicuri e possono avere la fiducia dei cittadini”, ha continuato. La decisione arriverà giovedì e “c’è un numero di opzioni possibili” di conseguenze rispetto alle conclusioni. “Non voglio speculare sulla possibile conclusione”, ha spiegato la direttrice dell’Ema.

Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!