Telegram
Telegram

Una calza della Befana appesa alla porta della Prefettura con una lettera e del carbone nero destinati al Prefetto di Brescia, Attilio Visconti avrebbe “messo in guardia” la Polizia.
Il fatto sarebbe successo nel tardo pomeriggio del 6 gennaio.

“Questo oltraggioso gesto della befana – hanno denunciato con ironia i manifestanti del Presidio 9 agosto- ha spinto ben 3 agenti delle forze dell’ordine ad intervenire, effettuando indagini accurate con lo scopo di risalire alla principale indiziata, la Befana.
Si sono infatti prontamente recati al Presidio – hanno proseguito in un commento- dove i presenti sono stati identificati e sottoposti ad un interrogatorio per dipanare il mistero e rintracciare la misteriosa Befana”.

“Pare che gli inquirenti abbiano affermato – secondo quanto scrivono i manifestanti del presidio – che a destare grande preoccupazione sia stato il fatto che la calza fosse piena di carbone. Nel caso in cui il Prefetto avesse ricevuto caramelle, non sarebbe scattato nessun allarme?”

Telegram
Telegram

“Speriamo – concludono – che i soldi per pagare questo urgente e vitale intervento li metta il Prefetto stesso…. Intanto noi continuiamo a resistere, senza nessuna paura delle loro ripetute intimidazioni e il 9 gennaio sono 5 mesi di presidio, avanti così!”

Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteTucani, salta la prossima gara per casi Covid avversari
Articolo successivoOver 50 non vaccinati: sanzioni fino a 1.500 euro