La Cina ha consentito ad altre 14 regioni, tra cui Liaoning, Fujian e Sichuan, di esportare auto usate, secondo un avviso del ministero del Commercio (MOC).

Il documento è stato pubblicato congiuntamente dal MOC, dal ministero della Pubblica Sicurezza e dall’Amministrazione generale delle dogane.

Secondo l’avviso, queste regioni formuleranno gli standard di ammissione per le imprese locali, standardizzeranno le procedure di selezione e sosterranno le aziende con accesso alle auto usate nella vendita, nei canali di marketing all’estero e nel servizio post-vendita per svolgere l’attività di esportazione.

Dovrebbero essere compiuti maggiori sforzi per facilitare la registrazione delle transazioni dei veicoli, la domanda di licenza e lo sdoganamento per creare un ambiente sano, ha aggiunto l’avviso.

La Cina ha ufficialmente dato il via alle esportazioni di auto usate nel maggio 2019, con Pechino, Tianjin, Shanghai e Guangdong tra le prime dieci regioni autorizzate a condurre tale commercio.

I dati industriali hanno mostrato che 13,3 milioni di auto usate sono state scambiate in Cina nei primi dieci mesi del 2022. (Xin) © Xinhua

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteGuidava senza patente dal 2005 e senza revisione, maxi multa
Articolo successivoQatar: veicoli elettrici cinesi apprezzati alla Coppa del Mondo