Le cliniche a livello locale della Cina hanno curato oltre il 60% del totale dei pazienti con febbre ammessi dagli ospedali nel Paese, giocando un ruolo come difesa di prima linea contro il Covid-19, secondo una conferenza stampa che si è tenuta ieri. 

Attualmente, il 98,7% degli ospedali ai livelli di cittadine e comunità dispone di cliniche per la febbre, ha riferito il meccanismo congiunto di prevenzione e controllo del Covid-19 del Consiglio di Stato. 

La Cina ha pubblicato martedì una circolare sulla garanzia dei servizi sanitari e la risposta al Covid-19 ai primi stadi per i gruppi vulnerabili, sottolineando l’importanza di costruire una rete sanitaria e cliniche per la febbre e di fornire personale medico, medicinali e strumentazione alle istituzioni mediche locali. 

Sottolineando che la protezione sanitaria precoce e la prevenzione della malattia sono i compiti principali dell’attuale risposta locale al Covid, Nie Chunlei, un funzionario della Commissione sanitaria nazionale, ha dichiarato che la chiave è condurre misure di diagnosi, identificazione, intervento e segnalazione precoci. (Xin) © Xinhua

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteCina: aziende del vetro aumentano produzione per completare gli ordini
Articolo successivoLombardia 2023, la settimana delle liste. Ecco chi sono i candidati