Telegram

Gli archeologi nella regione autonoma della Mongolia Interna della Cina settentrionale hanno trovato un sito neolitico risalente a più di 6.000 anni fa, hanno affermato le autorità locali.

Il sito è stato scoperto a Qahar Right Wing Middle Banner, secondo l’ufficio per la cultura e il turismo della città di Ulanqab. Passando di lì, alcuni pastori del posto hanno trovato una terra desolata, priva di erba e disseminata di strumenti di pietra dalla forma strana.

Gli archeologi hanno quindi condotto un’indagine e hanno scoperto che sul terreno del sito c’era un gran numero di strumenti di pietra come utensili da taglio, piastre per macinare la pietra, coltelli di pietra e asce di pietra, alcuni dei quali erano relativamente completi, così come alcune conchiglie e pezzi di ceramica.

Telegram

Gli esperti hanno confermato che si tratta di un sito neolitico del tipo Miaodigou nella cultura di Yangshao. Questa è la seconda volta che questo tipo di sito neolitico viene scoperto in quest’area.

Liu Xuefeng, un funzionario dell’ufficio per la cultura e il turismo di Qahar Right Wing Middle Banner, ha affermato che queste nuove scoperte forniscono ricchi dati archeologici per studiare la distribuzione dei resti culturali neolitici nella Mongolia Interna centrale ed esplorare i diversi tipi locali di cultura Yangshao.

La cultura Yangshao, che risale a 5.000-7.000 anni fa, era una cultura neolitica che ebbe origine lungo il corso medio del fiume Giallo ed è ampiamente nota per la sua tecnologia avanzata per la produzione di ceramiche. (Xin) © Xinhua

Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteAntidepressivo sviluppato in Cina approvato per commercializzazione
Articolo successivo“Bresciapp!” si aggiorna per spingere il commercio in centro