È una replica che di fatto conferma la situazione di “impossibilità” di ricaricare in centro storico a Brescia le auto elettriche e ibride denunciata da Èlive nel nostro articolo del 30 novembre scorso .

Ringraziamo A2A per l’attenzione e per estrema trasparenza e correttezza dell’informazione pubblichiamo integralmente la nota che l’azienda ci ha recapitato a seguito del nostro articolo.

A2A precisa due aspetti: il primo che la colonnina di via Tartaglia era stata sostituita ed ora funziona correttamente. Situazione che confermiamo avendo in queste ore verificato .

Il secondo aspetto, quello più “importante e pesante” riguardante la “sospensione della colonnina di via IV Novembre” . “Colonnina -scrive A2a- in dismissione a seguito di una specifica richiesta da parte del Comune di Brescia, sulla base della volontà di privilegiare il posizionamento di punti di ricarica al di fuori del perimetro del centro storico per preservare la ZTL. Si ricorda peraltro che, aggiunte la nota, in collaborazione con Brescia Mobilità, A2A ha provveduto negli anni scorsi ad attrezzare con la ricarica elettrica i limitrofi parcheggi interrati di piazza Vittoria e piazza Mercato.

E qui, dunque, A2A certifica quanto noi abbiamo scritto: in centro storico è possibile ricaricare, solo, nel parcheggio interrato di piazza Vittoria, ci sono 2 posti e, contrariamente a quanto evidenzia A2A (e pure per nostra precedente imprecisione) alla colonnina del parcheggio di piazza Mercato possono accedere solo gli abbonati. E quindi non è per tutti.

LA REPLICA DI A2A A ÈLIVE

“DISMISSIONE IN SEGUITO AD UNA PRECISA RICHIESTA DEL COMUNE”

In queste ore abbiamo cercato di contattare l’assessore alla mobilità del Comune di Brescia, Federico Manzoni per avere più informazioni. Ma dall’assessore abbiamo ricevuto solo un laconico “A2A ha già replicato. Non ho altro da aggiungere”.

QUALCHE DOMANDA ALL’ASSESSORE MANZONI

Qualche domanda, invece, noi l’avremmo. E, in attesa di poterla fare di persona, qui la anticipiamo.

In centro storico con l’auto elettrica si può entrare e parcheggiare (gratuitamente sulle strisce blu) anche nelle zone a traffico limitato (ZTL).

Alla luce del fatto che attualmente le colonnine in centro storico sono pressochè inesistenti (e ripetiamo in centro storico, non sul ring o in altre zone… anceh se potremmo anche qui aprire capitoli su zone in cui sono insufficienti come a Bresciadue….) non sarebbe stato più “saggio” provvedere all’installazione di nuovi punti di ricarica, anche non in Ztl prima di rimuovere 2 delle 4 postazioni esistenti?

E un’altra domanda potrebbe essere: dove verranno creati i nuovi punti di ricarica? Oggi, non in Ztl ci sarebbe via
S. Faustino, via Gramsci, tutta la parte di via IV Novembre a sinistra di Piazza Vittoria, via Dante … E così potremmo continuare. Sarebbe sempre centro storico non in zona Ztl.

Smantellare il 50% dei punti di ricarica (cioè, ripetiamo da 4 a 2!!!) in centro storico non ci sembra molto in linea con la volontà promuovere la mobilità sostenibile, elettrica e la “mobilità dolce”, affermazione che che, a parole, il Comune di Brescia ripete come un mantra.

Oggi Brescia non ha bisogno di meno colonnine, ma più colonnine. Il piano del Comune e di A2A ci sono, certo ma ci sono anche interi comparti, come via Milano che vede a disposizione 1 colonnina in via Tartaglia e 1 in via Cassala.

A chi oggi ha un’auto elettrica e abita in questa come in altre zone (centro storico compreso) non gli rimane che comprarsi un monopattino da mettere nel baule e utilizzarlo per percorrere il tratto tra casa/ufficio e punto di ricarica.

Per gli “accaniti dell’elettrico” è, al momento, l’unica possibilità.

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteIn condizioni gravissime l’anziano investito questa mattina
Articolo successivoImmacolata e inverno, Federalberghi Brescia: “Ottime prospettive”