Telegram
Telegram

I dati sono dell’Istat. Nei primi 21 giorni di marzo al Nord i decessi sono più che raddoppiati rispetto alla media 2015-19.

“Situazioni particolarmente allarmanti – sottolinea l’Istat – si riscontrano anche nella provincia di Brescia, nel cui capoluogo i decessi nelle prime tre settimane di marzo sono più che raddoppiati: da 134 nel 2015-2019 a 381 nel 2020.

Nell’analisi, che tiene conto di 1.084 comuni, si evidenzia in particolare la situazione di Bergamo, dove i decessi sono quasi quadruplicati “passando da una media di 91 casi nel 2015-2019 a 398 nel 2020”. “Incrementi della stessa intensità, quando non superiori – si legge -, interessano la maggior parte dei comuni della provincia bergamasca”.

Telegram
Telegram

Secondo il rapporto dell’ISTAT si registrano incrementi superiori al 200% siano presenti anche in capoluoghi come Piacenza o Pesaro”.

Confermato, infine, il “maggiore incremento dei decessi degli uomini e delle persone maggiori di 74 anni di età”.

Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteCoronavirus, Conte, “non possiamo riaprire l’Italia. Misure di contenimento fino al 13 aprile”
Articolo successivoCoronavirus, Fontana replica ai sindaci lombardi (del centrosinistra): “bieca speculazione politica”