Ultimo discorso di fine anno da Sindaco di Brescia per Emilio Del Bono che, come consuetudine attorniato dalla Giunta, pochi giorni prima di Natale traccia il bilancio dell’Amministrazione.

E questa volta è stato un po’ il bilancio di 10 anni di Governo della città, 10 anni a capo di due amministrazioni nel corso dei quali -ha detto il Sindaco – “Brescia è cambiata mentre gli altri erano immobili. La città -ha sottolineato Del Bono – ha fatto passi da gigante. Non è un giudizio ma un dato di fatto” .

“Brescia nel 2023 sarà Capitale italiana della cultura (con Bergamo…) ha evidenziato Del Bono e nel 2021 è stata Città Italiana dei Giovani. Un riconoscimento alla qualità e al valore delle politiche messe in atto dall’Amministrazione Comunale”.

Del Bono ha poi snocciolato le opere che sono state completate nel 2022 ma anche quelle realizzate, quelle progettate o solo iniziate.

Dalle grandi opere come il Tram che vedrà la progettazione esecutiva nel 2023 al Teatro Borsoni in via Milano che verrà realizzato nei primi sei mesi del prossimo anno, fino alle bonifiche dei parchi a sud della città, la rigenerazione urbana, l’apertura di corso Bazoli sulla Serenissima a Sanpolino, la Casa nel parco, al Parco delle Cave e rifacimento di alcune vie.

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteFrontale a Provaglio, morto un giovane
Articolo successivoUn augurio speciale al Civile con i Vigili del Fuoco