Dopo le indiscrezioni delle scorse ore, adesso è ufficiale: non è del proprietario della Range Rover il cadavere carbonizzato ritrovato lunedì pomeriggio nel bagagliaio dell’auto stessa, data alle fiamme nelle campagne di Cologne. Sarebbe infatti il corpo di un 40enne kosovaro da tempo residente in terra bresciana. Stando alle prime indiscrezioni sarebbe già noto alle forze dell’ordine per il coinvolgimento in passato in traffico di droga.

L’automobile, secondo quanto scritto dall’Ansa, è intestata a un 34enne straniero che è stato ascoltato dagli inquirenti e che non avrebbe denunciato il furto.

Gli inquirenti stanno ora tentando di ricostruire il percorso dell’auto sul territorio nelle ultime ore. Testimoni l’hanno vista sfrecciare nel primo pomeriggio di ieri tra i vigneti di Cologne dove l’auto è stata poi trovata avvolta dalle fiamme.

Le indagini proseguono quindi a tutto campo in attesa che venga eseguita l’autopsia, esame che potrà gettare nuova luce stabilendo le cause del decesso.

Foto d’archivio.

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteClotet: “Passo avanti, ma dovevamo chiuderla”
Articolo successivo17 nuovi agenti di Polizia locale a Brescia. Bando aperto