L’AN rimonta lo Spalato e vince 15-14 anche in Croazia
Telegram
Telegram

L’AN Brescia batte 15-14 lo Jadran Spalato e conferma il primo posto nel girone A della LEN Champions League. Qualità, carattere e maturità, c’è tutto dentro la vittoria europea dei Leoni, chiamati a una grande rimonta dopo essere andati sotto anche di quattro punti.

Il match inizia in salita per le calottine bresciane che passano subito in svantaggio con un rigore avversario, ma riescono a pareggiare il punteggio, anche loro grazie alla massima punizione. È ancora la squadra croata però a tornare avanti, salvo poi incassare il nuovo pareggio bresciano; ma nei minuti finali sono i padroni di casa a imporsi e chiudono il primo quarto in vantaggio di due reti, 4-2.

Nel secondo periodo è lo Spalato a iniziare meglio, portandosi addirittura sul +4. La reazione e la maturità di Campioni d’Italia evita però la spallata decisiva al match da parte dei croati, e grazie a Di Somma trovano due reti importanti per rimanere attaccati agli avversari, andando così al terzo set sotto di due.

Telegram
Telegram

La terza parte di gara è un capolavoro dell’AN, che infligge agli avversari un parziale di 6-1. Grande difesa, attacco micidiale, tanto cuore e qualità, sono sicuramente questi gli ingredienti con i quali la formazione di coach Sandro Bovo “affonda psicologicamente” lo Jadran; e alla terza sirena sono avanti i Leoni di 3 lunghezze.

Nel quarto e ultimo periodo lo Spalato prova la reazione, ma l’AN mette a referto altri due gol e chiude un match fondamentale, poiché l’Olympiacos ha perso (10-8 contro Radnicki). Ora le calottine bresciane (a quota 20 punti) sono prime a +4 sulle seconde in classifica, vale a dire sia la squadra greca sia il Ferencvarosi (vittoriosa 16-10 contro Tblisi), entrambe a quota 16 punti.

Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedente“La Giornata della Memoria”, stasera su Èlive
Articolo successivoL’Atlantide torna al San Filippo per ritrovare la vittoria