Parco Rizzo, un malore riaccende l’emergenza spaccio e bivacco. Ora residenti e commercianti sono pronti ad un esposto
Telegram
Telegram

Le sirene di ambulanza e Polizia Locale hanno riacceso, ieri sera dopo dopo le 22.00 in via Rizzo uno dei problemi che ha messo sul piede di guerra gli abitanti della zona: la frequentazione di giovani extracomunitari, e non solo, per lo spaccio e l’acquisto di droga.

Ieri sera uno di questi ragazzi si è sentito male, causa molto probabilmente da attribuire alla droga. Sul posto sono arrivate a sirene spiegate ambulanze, e Polizia Locale in moto.
Sirene e lampeggianti che nel buio della sera non hanno fatto altro che aumentare lo stato di paura e insicurezza degli abitanti della zona che da mesi lamentano una situazione che ogni giorno peggiora e dettata anche dal fatto che il pressing di controlli che le forze dell’ordine, su ordine di Questore e Prefetto, per le zone della Stazione e Parco Gallo no ha fatto altro che spostare il problema in questa zona.

È in questo parchetto che il bivacco è presente tutto il giorno. E se fosse solo il bivacco al massimo il problema sarebbe (comunque da non sottovalutare) la percezione degli abitanti e degli esercenti della zona. Ma le testimonianze che il bivacco si trasformi in spaccio di sostanze stupefacenti in tutte le ore del giorno e della sera, non mancano.

Telegram
Telegram

I residenti e i commercianti della zona sono sul piede di guerra e per loro, come si suol dire, ora la misura è colma. Tanto che è già stato annunciato per i prossimi giorni un esposto che consegneranno a Questore e Prefetto per chiedere che si intervenga, seriamente, per rimettere la zona in sicurezza e il parco nella legalità perchè possa essere di nuovo fruibile da genitori e bambini. Opzione ora impossibile.

Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!