Ingresso del primo giorno di scuola
Telegram
Telegram

A pochi giorni dall’inizio della scuola ci sono alcuni nodi che devono ancora essere sciolti, anzi sono venuti al pettine proprio a causa dell’impellenza di tale scadenza. Poche ore fa l’accusa dell’agenzia Tpl di Brescia ai dirigenti scolastici che avrebbero proposto orari incompatibili con necessità e limiti del trasporto pubblico, ora una lettera del Prefetto che chiede “collaborazione”.

In tal senso giovedì è convocato un incontro fra il dirigente dell’ufficio scolastico provinciale Giuseppe Bonelli e i presidi stessi. La richiesta di Attilio Visconti è che le parti trovino una quadra in tempo per la prima campanella, quadra che potrà arrivare solo con lo scaglionamento degli ingressi alle 8 e alle 10 attualmente non molto gradito agli istituti.

“Se è pur vero e comprensibile che esistono difficoltà di scaglionamento per alcune scuole – ha detto il Prefetto – è pur vero che uno sforzo finale e decisivo a tutela dei giovani e dei lavoratori del settore trasporti risulta assolutamente indispensabile e non può per nessuna ragione essere posposto a qualsivoglia motivazione organizzativa o di principio”.

Telegram
Telegram

Questa l’esortazione di Visconti a salvaguardia delle lezioni in presenza “con ogni mezzo e con ogni sacrificio” invitando a raggiungere l’obiettivo posto dalla Tpl del doppio ingresso con percentuali di 60% alle 8 e di 40% alle 10.

Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteHuard arriva? Nella notte la svolta inaspettata
Articolo successivoCon Fridays for Future Brescia ecco il “Mese del clima”