6chic | grafica . internet . stampa . visual
Restart
6chic | grafica . internet . stampa . visual
Restart
Telegram

Segniamoci una data. Il 20 novembre prossimo. In Belgio a Genk si gioca la sfida tra l’Italia e la squadra terza classificata all’ultimo mondiale. Potrebbe essere la data dell’esordio in Nazionale Maggiore di Sandro Tonali. Il Ct Roberto Mancini ci sta facendo più di un pensiero vedendo nel talento classe 2000 del Brescia un uomo su cui puntare per il futuro azzurro. In quel periodo è quasi certo si capirà quale sarò anche la prossima squadra del giovane centrocampista del Brescia. Pare chiaro ormai che il futuro di Sandro Tonali sia sempre più lontano dai colori biancoazzurri, da quella società che lo ha lanciato nel calcio che conta. L’Inter deve fare in fretta e i conti con il prepotente inserimento nella corsa al cartellino del giocatore della Juventus. E’ Fabio Paratici il più convinto delle potenzialità di Tonali avendolo fatto seguire da vicino nelle ultime gare. Prestazioni maiuscole, personalità da vendere e classe sopraffina ne fanno un oggetto del desiderio per tanti. Per l’Inter Tonali sarebbe la pedina giusta da inserire in uno scacchiere di valore. Voci da Milano parlerebbero di una trattativa che potrebbe portare la firma di Beppe Marotta come regalo della sua nuova destinazione lavorativa. In tutto ciò Massimo Cellino inizia a fregarsi le mani considerato il valore di 20 milioni del cartellino di Tonali.

6chic | grafica . internet . stampa . visual
Restart
Restart
6chic | grafica . internet . stampa . visual
Telegram