Telegram

La sensibilizzazione contro la violenza sulle donne a Brescia passa anche da teatro. In occasione della Giornata nazionale del 25 novembre infatti, l’Assessorato alle pari opportunità ha organizzato un ricco calendario di dieci appuntamenti dedicata al tema.

Quasi due messi di spettacoli teatrali, una ricca rassegna intitolata “Insieme contro la violenza sulle donne”. Oltre a raccontare il drammatico tema della violenza sulle donne, alcune proposte affrontano più in generale la condizione femminile e il rapporto di coppia (talvolta anche in forma ironica).

L’iniziativa si inserisce nel progetto ” Brescia in Rete contro la violenza sulle donne” realizzato nell’ambito delle politiche di prevenzione e contrasto del fenomeno della violenza contro le donne (Legge Regionale 11/2012) e finanziato dai Programmi Antiviolenza promossi da Regione Lombardia.

Telegram

Gli spettacoli avranno luogo nel rinnovato Teatro di Cristo Re, in via Fabio Filzi 3 (Borgo Trento), alle 20.30.

Il programma

Sabato 22 ottobre “Tereza dei calsecc” di Maurizio Milzani
Interprete Mariateresa Danieli
Musiche originali di Federico Papetti
Regia di Maurizio Milzani
Compagnia teatrale I Fànt dè copé
Questo primo spettacolo affronta il tema della solitudine della donna anziana. Insieme al desolante mutare dei rapporti familiari, il vuoto delle relazioni è amplificato dall’occasione delle ferie che ha indotto anche i vicini di casa a lasciare vuoto il caseggiato. Qui il silenzio che si stringe addosso alla protagonista come una prigione, fa di una fotografia del coniuge defunto e di un gatto, gli unici destinatari di un colloquio che, in realtà, è un monologo di un’anima. La storia propone novità ad ogni passo, con un registro struggente, intenso, vivace, malinconico e sanguigno. In una parola uno spettacolo popolare e bresciano nel senso più positivo e genuino del termine, così da poter essere proposto ad ogni tipo di pubblico in grado di apprezzare il dialetto bresciano.

Venerdì 28 ottobre “La donna nella canzone napoletana”
Gianni Calabrese e la Brenar Band.
Al pianoforte M.° Francesco Di Santo – chitarra solista Stefano Silvestri – chitarra accompagnamento Marco Tramontano – basso Beppe Cucchi – batteria e percussioni Fabio Calabrese – voci Gianni Calabrese – Maria Malanga – Michela Scala.

Venerdì 4 novembre “Chi t’ha dat la patente?”
Interpreti I coniugi Bricchetti, Mariateresa Danieli e Sergio Isonni
Testi di Velise Bonfante
Con Giuliano Papa al violoncello e Dino Miglioli alla fisarmonica
Le schermaglie affettuose e talvolta un po’ nervose tra un marito brontolone e che è sicuro di avere sempre ragione e una moglie che, alla fine di ogni sit com, ha sempre ragione.

Venerdì 11 novembre “Burrenesha”
Interprete Marina Ivashenchenko
Testo elaborato da Sara Giacomelli
Fotografia Antonio Candela
Video Giuseppe Barresi
Regia Valbona Xibri
“Burrnesha” racconta di donne che per avere gli stessi diritti dell’uomo fanno voto di castità e si trasformano in uomini; questa è una pratica ancora ancora in uso nelle montagne del nord dell’Albania. Vestono abiti maschili, cambiano nome, possono usare un’arma, fumare, bere alcool, fanno lavori da uomo, suonano e si siedono in assemblea con gli uomini.
Ma la natura può sottomettersi alle ragioni degli uomini? Oppure segue il suo corso? Come si fa a reprimere la propria sessualità in un corpo che non si sente più come proprio? Il passaggio da donna a uomo è perfettamente tollerato dalla comunità, ma il fatto sorprendente è che le donne non hanno più rimpianti.
Complesso itinerario di ricerche e documentazioni con cui si testimonia questo passaggio ad altro da sé. Lei/lui comincia il suo percorso dopo aver giurato verginità eterna. Questo spettacolo è stato presentato in Danimarca, a New York e a Roma.

Venerdì 18 novembre Recital “Vogliamo restare vive”
Interprete Sergio Isonni
Letture: Roberta Morelli, Moira Ottelli, Viviana Cassini, Ippolita Sforza, Paola Dall’Asta, Monica Minoni, Rosa Giudetti, Giovanna Piovani
Canto: Elodea – Antonella Braccia – Chitarra e voce Salvatore Rinaldi

Giovedì 24 novembre “I conti non tornano” (Teatro laboratorio)
Progetto di Alessandra Domeneghini
Interpreti Alessandra Domeneghini e il rapper Francesso Barossi in arte Marmellaso
Ogni giorno molte donne sono vittime di soprusi, violenze, discriminazioni, svantaggi, obblighi sociali. Con questo spettacolo si fa il punto della situazione, si crea un percorso che possa aiutare a capire l’origine di tutto ciò e che porti a una riflessione civile importante e all’attitudine che è necessario avere di fronte al problema la disparità tra i sessi, vera matrice delle violenze che iniziano con le battute poco rispettose per arrivare fino al femminicidio.
Un testo pensato per i giovani che devono ancora costruire il loro futuro che si spera costruito su rispetto e parità.
Ecco perciò un giovane rapper che attraverso la sua performance non punta a drammatizzare l’argomento, ma attraverso la storia, le favole, la gelosia di Otello, la terribile attualità del femminicidio, le parole di donne che cercano il contatto con l’universo maschile sano, arriverà a far cantare insieme la donna e il giovane uomo che le sta accanto.

Venerdì 25 novembre ore 18 flash mob in piazza Loggia

Domenica 27 novembre “Musaika”
La violenza di genere? Un delitto contro l’Umanità. Parole e note al femminile plurale
Interpreti: Valentina Facchini Soster, Katiuscia Armanni, Stefano Comini, Paola Michelotti.
Compagnia Teatranti di Ospitaletto

Venerdì 2 dicembre “L’ultima settimana di navigazione” suite per mandolino o mandola e chitarra
Interprete Gabriella Tanfoglio
Testo e musica di Stefano Staro
Concorde Ensemble: Talìa Elisa Benasi, mandolino e mandola, Stefano Staro chitarra, Gaspare Bonafede percussioni.
Attraverso documenti del tempo si racconta l’ultima settimana di navigazione di una donna che insieme a tante altre donne italiane nei primi del Novecento si erano imbarcate sul piroscafo per raggiungere l’America e trovare una nuova terra, carica di promesse.
Il racconto di una settimana in cui si alternano tanti stati d’animo, malesseri, emozioni, fino al momento in cui si vede la terraferma.

Venerdì 9 dicembre “Coppia aperta quasi spalancata” di Dario Fo e Franca Rame
Con Marco Tramontano – Luisa Cacciola – Pino Oriolo
Regìa di Gianni Calabrese
Compagnia teatrale Primo Incontro

Info e iscrizioni
Telefono: 030 2978968 – 030 2977314
Mail: segreteriaassessoremorelli@comune.brescia.it

Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteBrescia capitale italiana del consumo di cocaina
Articolo successivoA Fiesse il muro ferito della banca, rinasce con un murales