Le aziende a partecipazione estera sono state incoraggiate dagli sforzi della Cina per ottimizzare la sua risposta al Covid-19, e stanno cercando nuove opportunità per investire in Cina, ha riferito ieri il ministero del Commercio. L'ottimizzazione tempestiva e incoraggiante ha sbloccato i viaggi per il personale straniero in arrivo in Cina, ha dichiarato Shu Jueting, una portavoce del ministero del Commercio, citando imprese straniere intervistate dal ministero. Molte aziende straniere hanno dichiarato che le nuove misure le hanno rassicurate in merito alle loro aspettative commerciali in Cina, secondo Shu. Alcune stanno formulando piani per la visita del loro personale dirigenziale in Cina e il riavvio di progetti, ha dichiarato la portavoce. Shu ha affermato che il ministero continuerà ad espandere l'accesso al mercato per la imprese straniere e a rafforzare la protezione dei loro legittimi diritti e interessi. Per coordinare meglio gli sforzi anti-virus e lo sviluppo economico, la Cina ha ottimizzato dinamicamente le sue politiche di risposta al Covid-19. Nella sua ultima iniziativa, la Cina ha annunciato che declasserà la sua gestione del Covid-19 a partire dall'8 gennaio 2023, trattandolo come un'infezione di classe B, anziché una più grave infezione di classe A.

Le aziende a partecipazione estera sono state incoraggiate dagli sforzi della Cina per ottimizzare la sua risposta al Covid-19, e stanno cercando nuove opportunità per investire in Cina, ha riferito ieri il ministero del Commercio.

L’ottimizzazione tempestiva e incoraggiante ha sbloccato i viaggi per il personale straniero in arrivo in Cina, ha dichiarato Shu Jueting, una portavoce del ministero del Commercio, citando imprese straniere intervistate dal ministero.

Molte aziende straniere hanno dichiarato che le nuove misure le hanno rassicurate in merito alle loro aspettative commerciali in Cina, secondo Shu. Alcune stanno formulando piani per la visita del loro personale dirigenziale in Cina e il riavvio di progetti, ha dichiarato la portavoce.

Shu ha affermato che il ministero continuerà ad espandere l’accesso al mercato per la imprese straniere e a rafforzare la protezione dei loro legittimi diritti e interessi.

Per coordinare meglio gli sforzi anti-virus e lo sviluppo economico, la Cina ha ottimizzato dinamicamente le sue politiche di risposta al Covid-19. Nella sua ultima iniziativa, la Cina ha annunciato che declasserà la sua gestione del Covid-19 a partire dall’8 gennaio 2023, trattandolo come un’infezione di classe B, anziché una più grave infezione di classe A. (Xin) © Xinhua

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteCina: settore dello stoccaggio a magazzino in ripresa a dicembre 2022
Articolo successivoCina: settore aviazione civile recupererà 75% del livello pre-pandemia