Telegram
Telegram

La strada tracciata dalle elezioni Euopee con il largo favore e consenso preso dalla Lega di Matteo Salvini anche le elezioni amministrative hanno delineato un quadro chiaro nella Provincia di Brescia. In molti dei 147 comuni chiamati a rinnovare gli organi amministrativi sui 205 presenti sul territorio la Lega ha conquistato i seggi. Da sola o con alleanze di centrodestra il Carroccio ha spodestato il centrosinistra spazzando via alcune roccaforti provinciali. Il centrodestra trionfa Botticino e Rezzato comuni da sempre del centrosinistra. Gianbattista Quecchia a Botticino e Giovanni Ventura a Rezzato si impongono su Antonella Marchese e Enzo Gerosa. A Concesio la poltrona di sindaco va al centrodestra con Agostino Damiolini.

Nei quattro paesi con più di 15mila abitanti, la Lega va al ballottaggio a Montichiari e Lumezzane il prossimo 9 giugno, con i due candidati Marco Togni e Josehf Facchini in vantaggio sui due sindaci uscenti del centrosinistra Mario Fraccaro e Matteo Zani. A Ghedi il centrodestra elegge un sindaco leghista, Federico Casali, mentre a Chiari Massimo Vizzardi sconfigge il candidato di centrodestra Alessandro Cugini per appena trenta voti. A Rodengo Saiano la spunta Luigi Caimi, ex preside della Facoltà di Medicina dell’Università di Brescia. A Calvisano vince Angelo Formentini: il suo centrodestra sbaraglia la concorrenza di Giampaolo Turini. Nuovo mandato anche per Mariateresa Vivaldini a Pavone Mella presente anche in Consiglio provinciale. Anche a Verolanuova vince il centrodestra con Stefano Dotti. Sul Sebino il centrodestra si riprende Iseo con il medico Marco Ghitti mentre la Lega si conferma roccaforte in Valcamonica con quasi tutti i comuni andati al voto. Particolare a Sellero dove solo due voti hanno portato Giampietro Bressanelli alla vittoria. Il centrosinistra si consola con la conferma di Pierluigi Bianchini a castenedolo, Cristina Tedaldi alla guida di Leno e con i successi di Gardone, Bovezzo, Sarezzo e Villa Carcina. Sul Garda conferma per Gianpiero Cipani a Salò e Paolo Bellini a Pozzolengo. Infine tutti i 23 comuni con un candidato unico hanno raggiunto il quorum portando all’elezione dei. Il voto europeo ha fatto da traino alla consultazione locale, favorendo così il raggiungimento del quorum. Infine ballottaggio a Montichiari e Lumezzane dove i due candidati Marco Togni e Josehf Facchini in vantaggio sui due sindaci uscenti del centrosinistra Mario Fraccaro e Matteo Zani.

le

Telegram
Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteEuroparlamentari: a Bruxelles vanno Lancini e Zambelli della Lega
Articolo successivoIl Giro d’Italia illumina la Provincia di Brescia: foto e video