Mala-movida al Carmine, il Cdq chiede un tavolo di lavoro

Un tavolo ad hoc contro la mala-movida al Carmine. È questa, in buona sostanza, la richiesta avanzata dal Consiglio di quartiere Centro Storico Nord e concretizzatasi con una lettera spedita a istituzioni e forze dell’ordine.

“Penso che sia necessario fare un intervento globale e propositivo per risolvere la situazione notturna nel quartiere Carmine – ci dice il presidente del Cdq Francesco Catalano – Quest’estate è stata molto difficile per gli abitanti perché hanno avuto molti disturbi e anche molti comportamenti incivili da parte dei frequentatori”.

Da qui la volontà di procedere con largo anticipo rispetto a quando la movida tornerà a impossessarsi delle strade del quartiere con la bella stagione.

“Penso che sia il momento di lavorare tutti assieme – prosegue Catalano – creando un tavolo per affrontare prima della prossima estate la situazione. Dobbiamo cercare di fare degli interventi che riducano i disturbi, che migliorino la qualità della vita, ma che comunque permettano a chi vuole divertirsi di farlo tranquillamente senza però creare problemi ad altri”.

Proposte e non polemiche è il mantra. Il Cdq, attraverso il tavolo, vuole affrontare questo nodo con dei passi concreti e non con delle polemiche le quali rischiano solo di essere controproducenti.

La lettera non è un fulmine a ciel sereno. Infatti ci sono già stati degli incontri preventivi a seguito dei quali era comunque emersa la disponibilità delle controparti a lavorare per giungere a una sintesi.

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedentePetrucelli operato al Sant’Anna, sarà out 8 settimane
Articolo successivoCina: Ningxia Hui, centro di cloud computing accelera la sua espansione