foto Brescia Calcio BSFC

Con tutta probabilità i primossimi dieci giorni potrebbero essere decisivi per gli equilibri del campionato di Serie B e in particolare per il Brescia Calcio che prima della pausa dovrà affrontare quattro sfide e le prime tre sono di vertice.

Sabato alle 16.15 c’è il derby dell’Oglio. A Cremona contro la terza della classe il Brescia dovrà provare a strappare il risultato poiché con una classifica così corta ogni punto è oro e proprio un punto separa le Rondinelle (51) dai Grigiorossi (50).

Sempre a un punto, questa volta in più, c’è ora il Lecce capolista che sarà l’avversario successivo sabato 12 alle 14. Come sopra trasferta pesante che sa di big match con vista sulla A. Se non bastasse questo il martedì successivo si torna al Rigamonti per accogliere il Benevento che adesso occupa la quinta piazza allle 18.30. Insomma, in dieci giorni di fuoco l’undici di Inzaghi dovrà vedersela con tre delle prime cinque. Come detto dallo stesso tecnico dopo la vittoria con il Perugia “ci sarà da divertirsi”.

Il tour de force si chiuderà poi domenica 20 con quello che potrebbe essere un testa coda con il fanalino Pordenone fermo al palo con appena 12 punti.

Andando con ordine però il primo impegno è quello con i vicini di casa della Cremonese. Un derby molto sentito da entrambe le parti: basti pensare che il settore ospiti dello Zini è sold out già dalo scorso lunedì quando la società ospitante ha comunicato che tutti i 1.847 del settore riservato ai bresciani erano stati venduti.

Per l’aspetto più squisitamente sportivo (ovviamente in attesa delle ultime indicazioni) sembra che Inzaghi avrà a disposizione praticamente tutta la rosa. Dopo le ultime defezioni rientrano infatti in gruppo Jagiello e Sabelli. Rimane fuori il solo Olzer che sta ancora lavoranzo in differenziato.

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteLa centrale nucleare di Zaporizhzhia è in mano ai russi
Articolo successivoEsche killer a Gardone. Ci pensa il cane poliziotto Sole