Scatta anche in questo 2022 il piano neve per la città di Brescia. Ad approntarlo Aprica, che proseguirà con questo incarico fino al 12 marzo 2023.

Il piano prevede diverse modalità d’intervento a partire dalla prevenzione con la salatura di punti sensibili come i cavalcavia o i sottopassi. Nel caso in cui la neve sia in arrivo invece, si procede con lo sparcimento dei fondenti e la lamatura delle strade. In questi casi può anche essere attivato il presidio dei punti critici, tramite l’invio sul territorio di 11 automezzi dotati di lama e spargisale.

Se la situazione peggiorasse ulteriomente, i mezzi in strada possono aumentare fino a 40 completi di lama anteriore e spargitore di fondenti più altri 30 veicoli dotati di sola lama anteriore, o di solo spargitore di fondenti.

In questo quadro, è sempre fondamentale la collaborazione dei cittadini, soprattutto nel caso di abbondanti nevicate e di conseguenza di criticità diffuse sul territorio. “Giova in questa sede ricordare gli obblighi – fa sapere il Comune – alla rimozione della neve dai passi carrabili” che sono a carico di chi li utilizza.

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteÈ morto Sinisa Mihajlovic, il tecnico aveva 53 anni
Articolo successivoAlle 17.30 il Premio Bulloni è in diretta su Èlive