foto Google Maps

Terza vittima sul lavoro in appena dieci giorni in terra bresciana. Dopo la morte del giovane Nicola Battagliola a seguito dell’infortunio a Poncarale l’11 gennaio e quella di Mario Vergine a Seniga il 16, oggi attorno alle 9.30 un operaio di 64 anni ha perso la vita alla Metra di Rodengo Saiano.

Il tragico evento avvenuto nella storica ditta bresciana di via degli Artigiani non ha lasciato scampo al lavoratore che sarebbe rimasto schiacciato da una pesante lamiera. Inutile la corsa dei sanitari del 118 con ambulanza e automedica, per lui non ci sarebbe stato già più nulla da fare.

Per indagare sull’accaduto, cercando di ricostruirne le cause, sono giunti sul posto i Carabinieri di Gardone Valtrompia oltre ai tecnici sanitari dell’Ats di Brescia come da protocollo.

Certo questo 2023 è iniziato nel peggiore dei modi dal punto di vista dell’incidentalità e mortalità sul luogo di lavoro. E purtroppo fa seguito a un 2022 nero.

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteBgBs 2023, oggi Mattarella al Grande per l’inaugurazione
Articolo successivoUfficiale l’arrivo al Brescia Calcio di Rodriguez