Visto il numero crescente di visitatori al Polarpark da quando ha aperto circa una settimana fa ad Harbin, capoluogo della provincia dell'Heilongjiang nel nord-est della Cina, Zhang Jiwei, responsabile marketing del parco, sta diventando più fiducioso sulle prestazioni della struttura per quest'inverno. Harbin è nota per le sue ricche risorse di ghiaccio e neve. Quest'inverno, la città ha aperto tre parchi tematici sul ghiaccio e sulla neve, ha proposto 12 esperienze su ghiaccio e neve e 10 percorsi turistici di questo tipo e ha creato più di 100 attività correlate per promuovere lo sviluppo del turismo invernale, della cultura, della moda e dello sport. Sebbene la temperatura possa scendere sotto i meno 20 gradi Celsius, urla di gioia e ondate di risate hanno pervaso questi parchi. "Avevamo programmato di festeggiare il nuovo anno qui. Più fa freddo, più siamo felici", ha detto Liu Shuang, una turista di Tianjin che è venuta ad Harbin con suo marito. La Cina ha registrato circa 52,7 milioni di presenze turistiche nazionali durante i tre giorni di vacanza per Capodanno, con un aumento dello 0,44% su base annua, secondo il ministero della Cultura e del Turismo. Le entrate del turismo generate durante tali vacanze hanno raggiunto oltre 26,5 miliardi di yuan (circa 3,8 miliardi di dollari), in aumento del 4% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Queste cifre hanno mostrato che la disponibilità al consumo delle persone e le aspettative di viaggio si stanno spostando dalla cautela verso una direzione più ottimista, ha affermato Dai Bin, presidente della China Tourism Academy. "Il turismo invernale attira più giovani, quindi prestiamo maggiore attenzione alla qualità del nostro turismo per soddisfare efficacemente le richieste turistiche", ha affermato Geng Deyong, funzionario del comitato di gestione del monte Changbai nella provincia nord-orientale dello Jilin. Il monte Changbai si sta trasformando in un'importante destinazione turistica a livello globale e sta ampliando le proprie opzioni per il turismo su ghiaccio e neve. Gli addetti ai lavori del settore ritengono che la recente ripresa del turismo invernale sia dovuta alla ripresa della fiducia nei viaggi da parte delle persone e all'aumento della domanda e che l'imminente Festa di Primavera stimolerà il turismo invernale. Le misure ottimizzate di prevenzione e controllo dell'epidemia, l'ispirazione delle Olimpiadi invernali di Pechino del 2022 e la divulgazione del turismo e degli sport su ghiaccio e neve promuoveranno ulteriormente lo sviluppo delle industrie del ghiaccio e della neve, ha affermato Dai.

Visto il numero crescente di visitatori al Polarpark da quando ha aperto circa una settimana fa ad Harbin, capoluogo della provincia dell’Heilongjiang nel nord-est della Cina, Zhang Jiwei, responsabile marketing del parco, sta diventando più fiducioso sulle prestazioni della struttura per quest’inverno.

Harbin è nota per le sue ricche risorse di ghiaccio e neve. Quest’inverno, la città ha aperto tre parchi tematici sul ghiaccio e sulla neve, ha proposto 12 esperienze su ghiaccio e neve e 10 percorsi turistici di questo tipo e ha creato più di 100 attività correlate per promuovere lo sviluppo del turismo invernale, della cultura, della moda e dello sport.

Sebbene la temperatura possa scendere sotto i meno 20 gradi Celsius, urla di gioia e ondate di risate hanno pervaso questi parchi.

“Avevamo programmato di festeggiare il nuovo anno qui. Più fa freddo, più siamo felici”, ha detto Liu Shuang, una turista di Tianjin che è venuta ad Harbin con suo marito.

La Cina ha registrato circa 52,7 milioni di presenze turistiche nazionali durante i tre giorni di vacanza per Capodanno, con un aumento dello 0,44% su base annua, secondo il ministero della Cultura e del Turismo.

Le entrate del turismo generate durante tali vacanze hanno raggiunto oltre 26,5 miliardi di yuan (circa 3,8 miliardi di dollari), in aumento del 4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Queste cifre hanno mostrato che la disponibilità al consumo delle persone e le aspettative di viaggio si stanno spostando dalla cautela verso una direzione più ottimista, ha affermato Dai Bin, presidente della China Tourism Academy.

“Il turismo invernale attira più giovani, quindi prestiamo maggiore attenzione alla qualità del nostro turismo per soddisfare efficacemente le richieste turistiche”, ha affermato Geng Deyong, funzionario del comitato di gestione del monte Changbai nella provincia nord-orientale dello Jilin.

Il monte Changbai si sta trasformando in un’importante destinazione turistica a livello globale e sta ampliando le proprie opzioni per il turismo su ghiaccio e neve.

Gli addetti ai lavori del settore ritengono che la recente ripresa del turismo invernale sia dovuta alla ripresa della fiducia nei viaggi da parte delle persone e all’aumento della domanda e che l’imminente Festa di Primavera stimolerà il turismo invernale.

Le misure ottimizzate di prevenzione e controllo dell’epidemia, l’ispirazione delle Olimpiadi invernali di Pechino del 2022 e la divulgazione del turismo e degli sport su ghiaccio e neve promuoveranno ulteriormente lo sviluppo delle industrie del ghiaccio e della neve, ha affermato Dai. (Xin) © Xinhua

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteCina: cantiere navale consegna una superpetroliera
Articolo successivoLa Cina integrerà ulteriormente la cultura e il turismo